Huawei presenta il chip 5G e annuncia lo smartphone flessibile

21 novembre 2020

Si chiama Balong 5000 ed è lo stesso ceo Richard Yu a svelarlo a Pechino. Con un'interessante anticipazione

(foto: Mark Perna)

Pechino – Si chiama Balong 5000 ed è un piccolo tassello della rivoluzione tecnologica in atto, quella del 5G. Balong 5000 è infatti il chip modem che Huawei ha presentato a Pechino: il modulo che permetterà ai suoi telefoni e dispositivi smart di inseguire la velocita delle nuove reti. Il Balong 5000 sarà infatti il cuore dello smartphone pieghevole che Huawei presenterà a fine febbraio al Mobile World Congress di Barcellona.

È lo stesso Ceo della divisione consumer di Huawei Richard Yu a svelarlo, attraverso una serie di slide che ilustrano le magnifiche sorti e progressive delle nostre telecomunicazioni: auto a guida automatica, casa intelligente, robot, videogiochi e video in 8k trasmessi da remoto, persino operazioni di alta medicina a distanza. Il catalogo delle suggestioni che si porta dietro il 5G è vastissimo. Anche se ad alcuni bastererebbe la sola possibilita di collegarsi via mobile a velocita che oggi non ci offre neppure la superfibra a 1 gb. Certo, c’è ancora da risolvere qualche problema di frequenza (almeno in Italia), ma la strada è tracciata.

Se per vedere il primo smartphone 5G Huawei bisognerà aspettare il Mobile World Congress, nel frattempo ci si deve accontentare del modem, che comunque spiega Yu “è il piu potente del mondo”, in termini di velocità, e anche di efficienza energetica e minor latenza, e che alla prova dei fatti si sarebbe rivelato 10 volte piu veloce di qualsiasi 4G e 2 volte più veloce dei modelli dei competitor (il Ceo di Huawei ama citare i competitor, ndr). Ma soprattutto è più versatile rispetto agli altri chipset simili, e supporta non solo telefoni ma anche auto a guida autonoma e dispositivi smart come il CPE pro di Huawei, il router 4g e 5G, che permette di connettere alla rete diversi dispositivi, utilizzando lo standard wi-fi 6 (a una velocità di 4,8 Gbps)

“Il Balong 5000 aprirà un nuovo mondo ai consumatori” – spiega Richard Yu. “Sarà quello che ci fornirà le connessioni per l’intelligenza artificiale. E attraverso il CPE pro di Huawei permette agli utenti di vivere un’esperienza di connessione incredibilmente veloce. Noi di Huawei puntiamo su un set integrato di funzionalità su chip, dispositivi vari, servizi cloud e reti. Basandoci su questi punti di forza, come leader dell’era 5G, offriremo ai consumatori di tutto il mondo esperienze migliori in molti aspetti delle loro vite”.

Ed è forse proprio in quella frase, “leader dell’era 5G”, che si nasconde il vero, grande obiettivo del gigante tecnologico cinese. Visto che nel 2025 – come rivela proprio una delle slide della conferenza di Richard Yu – si prevede che al mondo ci saranno 40 miliardi di dispositivi connessi.


Fonte: WIRED.it

 
 
 Possiamo aiutarti?