Apple ha assunto un ex manager Samsung per farsi da sé le batterie

16 novembre 2020

La notizia riportata in queste ore da Bloomberg fa il paio con la ricerca di cobalto iniziata da Apple ormai diversi mesi fa

Da tempo ormai Apple sta intensificando gli sforzi necessari a capire come prodursi da sĂ© le componenti essenziali per i propri prodotti. Una delle ultime notizie al riguardo parlava dell’esistenza di uno stabilimento negli Stati Uniti dove la casa di Cupertino starebbe ancora lavorando su pannelli microled da utilizzare a bordo degli iPhone del futuro, ma la societĂ  sembra essere interessata anche a prodursi da sĂ© le proprie batterie. Secondo quanto riporta Bloomberg infatti Apple ha appena assunto un ex manager di Samsung, che per la precisione lavorava nella divisione della casa coreana dedita alla costruzione di questo tipo di componenti.

Il coreano Soonho Ahn, questo il nome del neo assunto, è stato senior vp di Samsung  dal 2015. Lì il manager ha guidato e supervisionato lo sviluppo delle batterie basate sull’attuale tecnologia agli ioni di litio ma ha anche posto le basi per il lavoro su accumulatori di nuova generazione. A questo — fa notare Bloomberg — si aggiunge il fatto che da diversi mesi Apple sembra essersi messa a caccia di cobalto, una componente fondamentale per l’assemblaggio di batterie. Che Apple stia effettivamente lavorando sulla produzione di queste componenti non c’è la certezza ufficiale, ma gli indizi non sono di poco conto. Del resto la societĂ  deve competere con avversari sempre piĂą aggressivi: non dover dipendere da aziende esterne per acquistare parti chiavi dei propri gadget potrebbe servire sul lungo periodo a contenere i costi di produzione dei dispositivi.


Fonte: WIRED.it

 
 
 Possiamo aiutarti?