La Bbc potrebbe aprire una sede a Bruxelles dopo la Brexit

05 novembre 2020

La tv pubblica britannica sarà presto costretta a stabilire un nuovo quartier generale all'interno dell'Unione per continuare a trasmettere le sue frequenze paneuropee

(foto: Getty)

Fra le numerose conseguenze di un mancato accordo fra il governo del Regno Unito e l’Unione Europea in relazione alla Brexit, ci potrebbero essere anche delle ripercussioni che riguardano il sistema audiotelevisivo. Durante gli incontri del World Economic Forum in corso in questi giorni a Davos, infatti,  il premier belga Charles Michel ha dichiarato di aver parlato con il direttore generale della Bbc, Tony Hall, dell’eventualità che la tv di stato britannica apra un nuovo quartier generale europeo a Bruxelles. Altre indiscrezioni, secondo il Guardian, parlano di trattative in corso anche con altri paesi come Irlanda e Paesi Bassi.

L’apertura di una nuova sede in un territorio appartenente all’Unione Europea, dopo la fioriuscita del Regno Unito, si renderebbe necessaria affinché la Bbc possa continuare a diffondere il segnale dei suoi canali internazionali (come ad esempio Bbc World News) corrispondenti alle rispettive licenze europee. Per poter continuare a trasmettere in Europa, in altre parole, la tv inglese dovrà avere una sede all’interno dell’Ue, questo soprattutto dopo che la Francia di Macron si è detta risolutamente contraria ad accorpare le agevolazioni sulle licenze audiovisive all’interno degli accordi sul libero scambio. Il presidente francese, infatti, intende così limitare la possibilità che la Bbc svolga ancora una posizione dominante sul mercato televisivo europeo pur trovandosi fuori dall’Unione.

Si tratta di una questione non da poco: si calcola che oltre 500 canali paneuropei (cioè trasmessi in tutto o gran parte del territorio europeo) abbiano licenze originate dall’ente regolatore britannico Ofcom, con un investimento delle media company internazionali in Uk di circa un miliardo di sterline all’anno. Con la Brexit, tutte queste licenze perdono automaticamente di validità, tanto che nei mesi scorsi molte aziende, come Turner, Nbc Universal e Dazn, hanno delocalizzato le loro licenze europee in nuove sedi o su altre succursali all’interno dell’Unione. Se al parlamento di Londra non passerà la richiesta di estensione del periodo di transizione proposto da Theresa May, anche al Bbc avrà fino al 29 marzo 2019 per prendere una decisione sulla sua nuova sede comunitaria.


Fonte: WIRED.it

 
 
 Possiamo aiutarti?