Il tempo pazzerello fa aumentare anche il prezzo delle patate

06 maggio 2019

Oggi al mercato vedrete dei prezzi che vi sembreranno pazzi.

Le patate nuove costeranno come l’asparagina, cioè quegli asparagi più lunghi e sottili che vi consigliamo sempre di preferire, perché buoni altrettanto, se non di più, dei grossi e sicuramente più convenienti. Patate come asparagi dunque, ma lo stesso vale per i cavoli. Che è successo?

Ormai ogni anno dei fattori climatici eccezionali ci hanno abituato a generare questi strani cortocircuiti di mercato e il 2019 non fa eccezione.

Due anni fa le mele costavano uno sproposito per via di una gelata che proprio a inizio maggio falcidiò i frutteti, l’anno scorso un’alluvione nella regione di Huelva (maggior produttrice di fragole in Europa) portò i prezzi delle fragole in Italia anche a 10 euro al chilo; oggi la scarsità di precipitazioni che ha caratterizzato gli ultimi mesi in Nord Europa fa schizzare in alto il costo delle patate, che si pagano all’ingrosso fino a un euro al chilo, mentre normalmente non spuntano mai più di 15-30 centesimi.

Significa che al pubblico arrivano anche a costare due euro al chilo, mentre l’asparagina oscilla tra l’1,5 e i due euro. Che strana convergenza!

Dicevamo che in Europa settentrionale, tra Francia, Belgio, Olanda e Germania non ha quasi piovuto e in quei luoghi si concentrano piantagioni di patate estesissime. Di solito le piogge sono abbondanti e danno patate belle grosse in enormi quantità e vista la vastità dei campi non ci sono sistemi di irrigazione.

Bene, la mancanza d’acqua sta facendo raccogliere patate piccolissime a nostri cugini del Nord e la scarsità di prodotto si ripercuote sui prezzi fin qui, anche su quelli delle belle patate nostrane. C’è da dire che i produttori saranno contenti: in Sicilia in questo momento, dove sono a abituati a guadagnare non più di 30 centesimi al chilo, i produttori realizzano almeno il triplo!

D’altro canto l’inverno più mite nel Nord Italia e più freddo nel Sud – come abbiamo già ampiamente ricordato nelle scorse settimane – ha fatto coincidere le raccolte di asparagi nello stesso momento lungo tutto lo Stivale, per cui ora hanno prezzi decisamente bassi: detto dell’asparagina, per gli asparagi di taglia normale si oscilla tra i tre e quattro euro al chilo con punte di cinque per particolari eccellenze, come a Santena e in tanti altri luoghi del Paese.

Che dire: approfittiamone!

www.slowfoodeditore.it

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI



 
 


© 2018 | Yuss P.IVA 06727120963 Privacy Policy
 

 Possiamo aiutarti?