Per i suoi due anni, Oval Money lancia un nuovo fondo di investimento e una carta di debito

22 aprile 2019

Due anni di Oval Money sono una tappa importante. Segnano il passaggio da startup promettente a scaleup, ma pure il traguardo delle 250.000 persone che hanno scelto l’app: per la maggior parte tra i 25 e i 45 anni, in Italia e nel Regno Unito. E ora Oval cambia veste, lanciando sul mercato nuovi servizi e prodotti, perfetti anche per chi non avrebbe mai pensato a risparmiare o investire denaro.

Cos’è

Oval permette di monitorare le spese, imparare a gestire i risparmi e accumularli in base alle abitudini finanziarie. Tramite la connessione di conti correnti e carte di credito, riesce ad analizzare le transazioni per poi dare consigli personalizzati a ogni utente. L’idea di base è semplice: arrotondare le spese e mettere da parte il resto. Così, secondo Oval, chi la usa in poco tempo ha raddoppiato la sua capacità di risparmio arrivando a raggranellare una media di 125 euro al mese.

Per iscriversi servono pochi minuti e la conferma della propria banca. È l’utente a scegliere come accumulare risparmi automaticamente secondo le regole, chiamate Step, che possono essere impostate in base alle proprie esigenze. C’è ad esempio lo Step Arrotondamento, che permette di arrotondare le spese ogni volta che si utilizza la carta, mettendo da parte gli spiccioli di resto. Chi ama pianificare, potrà scegliere di accantonare una percentuale fissa dello stipendio o su determinate categorie di spesa. C’è lo Step Facebook, con cui mettere da parte una cifra prestabilita ogni volta che si condivide un post, è utile anche per aiutare a disintossicarsi dal social network. Per gli sportivi c’è lo Step Fitness che consente di risparmiare ogni volta che si percorre una determinata distanza, o al contrario, quando non viene raggiunta, come incentivo a muoversi di più.

Spendere

Il salvadanaio virtuale rimane nell’app finché non si decide di spenderlo o investirlo. Nel primo caso, basta trasferire il denaro al conto corrente bancario, nel secondo - attivo già da un anno - è possibile scegliere, indipendentemente dal capitale a disposizione, tra una selezione di fondi e prodotti finanziari su misura, calcolati automaticamente in base all’analisi dei soggetti.

“Dal lancio della sezione dedicata agli investimenti”, spiega la Ceo Benedetta Arese Lucini - le soluzioni più richieste dai nostri utenti sono quelle che rappresentano aziende innovative e creative che si propongono di cambiare il modo in cui viviamo, incoraggiano diversità e inclusione sul luogo di lavoro e cercano di promuovere soluzioni per la tutela dell’ambiente”.

Investire

Per celebrare i primi due anni, Oval introduce un nuovo prodotto di investimento che garantisce il 2% netto sulle somme vincolate un anno. Fino al 5 maggio 2019, sarà possibile investire in TassoFisso, a partire da un importo minimo di apertura di 100 euro. Nel periodo di pre-investimento, sarà possibile fare un versamento automatico o utilizzare la nuova modalità di versamento tramite bonifico, per spostare sull’account la somma da investire - ma attenzione, i bonifici in ingresso potranno essere effettuati solo fino al 26 Aprile. Al termine del periodo, il 6 Maggio, il denaro che l’utente ha scelto di destinare a questo prodotto sarà investito e vincolato per un anno. Passati i 365 giorni di vincolo, poi, i risparmi saranno disinvestiti e versati direttamente nel salvadanaio digitale, con un profitto garantito del 2%. Il prodotto è aperto a tutti: agli affezionati di Oval, ma anche a chi non ha ancora iniziato a utilizzare l’app. TassoFisso ha un livello di rischio molto basso, pari a quello di un conto corrente, e gode della copertura FSCS (un fondo inglese che protegge i consumatori in caso di fallimento delle aziende finanziarie) fino a 50.000 £.

La carta

Contestualmente, Oval presenta anche Oval Pay, un conto con carta per incoraggiare il risparmio e l’investimento: sarà possibile mettere da parte risparmi e investire con la carta di debito. Il sistema effettuerà degli arrotondamenti in tempo reale su tutti gli acquisti, in modo che piccoli importi siano automaticamente trasferiti in un salvadanaio digitale o investiti direttamente nei prodotti disponibili. Oval Pay è un conto smart che, a differenza dei conti tradizionali, aiuterà anche l’utente a controllare le proprie spese grazie ai suggerimenti dell’intelligenza artificiale, con la possibilità di collegare anche altre carte e conti, così da avere sotto controllo tutte le transazioni.

L’iniziativa è un esempio di integrazione avanzata fra fintech e finanza tradizionale e arriva dopo il recente ingresso del Gruppo Intesa Sanpaolo nel capitale. Sicura e facile da usare, porterà sul mercato un conto corrente completo con IBAN italiano, gratuito e senza costi nascosti, con tutte le funzionalità intelligenti tipiche del settore new banking e la possibilità di effettuare versamenti in contanti attraverso 15.000 esercizi. Si potrà inoltre prelevare ovunque, senza commissioni, scambiare denaro gratuitamente, o condividere il conto con gli amici, impostare pagamenti ricorrenti, saldare tasse, bollettini, bollo auto e ricaricare il telefono.Anche qui, la sfida è offrire uno strumento di consapevolezza e benessere finanziario, che aiuti a migliorare il rapporto con il denaro. La carta di debito - studiata con Visa - sarà disponibile tra alcuni mesi, ma è già possibile iscriversi sul sito per ottenere gratuitamente una delle prime 10.000 carte e partecipare allo sviluppo del prodotto.

L’azienda

Fondata da quattro giovani imprenditori nel 2017 (oltre a Benedetta Arese Lucini, Claudio Bedino, Edoardo Benedetto e Simone Marzola), Oval conta oggi oltre 40 persone negli uffici di Torino e Londra. E ha il supporto di importanti gruppi industriali, tra cui il Gruppo Intesa San Paolo, che hanno dato fiducia al progetto investendo più di 7 milioni di euro. Il team di Oval e gli utenti hanno costruito nel tempo una Community attiva e vivace, in cui sono gli utenti stessi a supportarsi a vicenda nel percorso di risparmio. Per informare ed educare c’è anche il blog “Be MoneyWise”, con suggerimenti e spunti per la vita quotidiana.

Ma qual è il modello di business? «L’app è gratuita per gli utenti. I ricavi vengono dagli operatori sul marketplace che riconosceranno una percentuale a Oval per ogni utente che si iscriverà ai loro servizi di investimento”, spiega Arese Lucini. “È un modello più simile agli store come Google Play o App Store che a quelli tradizionali finanziari. In questo modo reputiamo di riuscire a mantenere una completa trasparenza sulla piattaforma e di dare la possibilità a ciascuno di scegliere davvero la soluzione più adatta. E noi non siamo intermediari della transazione: è un modello più onesto e centrato sull’utente».



 
 


© 2018 | Yuss P.IVA 06727120963 Privacy Policy
 

 Possiamo aiutarti?