Notre-Dame, salvo il gallo della guglia che si credeva fuso nell’incendio

17 aprile 2019

Il gallo in bronzo che sovrastava la guglia di Notre-Dame, crollata ieri per l’incendio, è stato ritrovato tra le macerie, apparentemente integro, da uno specialista nel restauro di monumenti storici. Creduto perso per sempre, l’opera dell’architetto Viollet-le-Duc, contiene al suo interno un frammento della Corona di spine, e le reliquie di Saint-Denis e Sainte-Genevie’ve.
È scampata alle fiamme anche la campana più grande, 13 tonnellate, risalente a oltre 300 anni fa e ospitata nella torre sud, che risuonava durante le feste cattoliche o grandi eventi come la morte o l’elezione di un papa. Al sicuro, anche se per puro caso, anche 16 statue rimosse dal tetto 4 giorni prima dell’incendio per essere restaurate a Pe’riguex, in Dordogna.



 
 


© 2018 | Yuss P.IVA 06727120963 Privacy Policy
 

 Possiamo aiutarti?