Dal 2017 Facebook ha perso 15 milioni di utenti negli Stati Uniti

11 marzo 2019

Negli Stati Uniti Facebook ha perso 15 milioni di utenti rispetto al 2017. Lo afferma una ricerca di Edison Research. Confermando studi precedenti, le perdite più pesanti si concentrano tra i più giovani: il 79% degli utenti tra i 12 e i 34 anni lo utilizzavano nel 2017, mentre oggi lo fa il 62%. Una flessione che rende i 35-54 anni la fascia di età più affezionata (con il 69%) ed è in parte compensata dalla crescita degli over 55 (dal 49 al 53%).

Quindici milioni di persone sono tante - hanno spiegato gli analisti di Edison Research - pari a circa il 6% della popolazione totale degli Stati Uniti dai 12 anni in su”. Il dato pesa ancor di più perché il mercato statunitense resta ancora quello più ricco, per quanto Facebook compensi il calo degli utenti con una maggiore capacità di monetizzare quelli che restano.

C’è poi un altro dato che spiega come mai Mark Zuckerberg voglia una maggiore integrazione tra le sue piattaforme. Sembra infatti che la maggior parte degli utenti che lasciano Facebook (o lo usano sempre meno) migri in buona parte verso Instagram.

Nel 2017, Facebook era il social più utilizzato dal 62% degli utenti, contro il 9% di Instagram e Snapchat. Oggi la quota si è contratta al 52%. Mentre quella di Instagram è lievitata al 16% e Snapchat al 13%. L’indagine non indaga sui motivi della migrazione. È possibile che, per le modalità di utilizzo, le altre piattaforme siano più appetibili per i giovani. Allo stesso tempo, i dati non definiscono l’impatto dei temi legati a trasparenza e privacy: gran parte degli utenti che hanno lasciato Facebook si è spostata su Instagram, cha fa parte dello stesso gruppo e ha le stesse norme nella gestione di dati e utenti.



 
 


© 2018 | Yuss P.IVA 06727120963 Privacy Policy
 

 Possiamo aiutarti?