C’è qualcosa che non va nell’autenticazione a due fattori di Facebook

06 marzo 2019

Grazie all’autenticazione a due fattori, su Facebook è possibile proteggere il proprio account, con un codice da inserire ogni volta che si accede. Il codice arriva via sms, su un numero di telefono che abbiamo condiviso con Facebook.

Alcuni utenti però, si sono accorti che il numero di telefono viene associato al proprio profilo nel social network, rendendo così molto semplice l’individuazione dello stesso. Infatti sia il numero di telefono che il profilo hanno un ID univoco, utilizzato per identificare il soggetto in questione. Allo stesso tempo, la funzionalità non permette agli utenti di rimuovere il numero di telefono dal sistema di autenticazione.

Già in passato, Facebook aveva ammesso di utilizzare il numero di telefono degli utenti per inviare loro annunci pubblicitari personalizzati. In questo caso pero, la questione riguarda la riservatezza delle informazioni personali.

In realtà, la possibilità di associare il numero di telefono a un profilo Facebook non è certo una novità. Ognuno di noi può nascondere il proprio numero di telefono nella pagina profilo, ma ognuno di noi può anche visualizzare il profilo Facebook associato al numero di telefono, se lo si salva nei contatti. L’anno scorso Facebook ha messo alcune restrizioni a riguardo: ogni utente può scegliere se rendere fruibile questa funzionalità per tutti, per gli amici degli amici o infine solo per gli amici. Allo stesso tempo però, nessuno può nascondersi completamente.

Insomma, come puntualizza su Twitter l’esperta Zeynep Tufekci, tutto questo può avere ripercussioni gravi anche per la sicurezza degli account personali e viceversa. La questione più importante però, non è tanto l’esistenza di questa possibilità ma che gli utenti ne siano pienamente a conoscenza.

LEGGI ANCHE - Facebook, entro l’anno arriverà il pulsante per ripulire la cronologia



 
 


© 2018 | Yuss P.IVA 06727120963 Privacy Policy
 

 Possiamo aiutarti?