Marine Le Pen: “La cattura di Battisti è una vittoria di Salvini”

14 gennaio 2019

Ai margini della presentazione oggi della lista del suo partito, il Rassemblement national, per le prossime elezioni europee, Marine Le Pen non ha perso l’occasione per esprimere la sua soddisfazione per la cattura di Cesare Battisti in Bolivia, per lei «una vittoria di Matteo Salvini». Ha anche criticato il suo Paese, che nel passato ha accolto e protetto il terrorista di estrema sinistra, sottolineando che «i sinistrorsi, si sa, proteggono i sinistrorsi».

LEGGI ANCHE Battisti tornerà subito in Italia (Francesco Grignetti)

«Sono davvero contenta che finalmente gli italiani possano vedere la loro domanda di estradizione concretizzarsi – ha dichiarato la Le Pen ad alcuni giornali italiani, fra cui La Stampa - e che Cesare Battisti possa essere incarcerato come deve esserlo, perché è un assassino, condannato e in fuga dalla giustizia da troppi e numerosi anni». Si tratta di «una vittoria per Salvini. Ha esercitato una pressione tale da ottenere che si trovasse una soluzione rapida al problema e si facesse giustizia».

https://www.lastampa.it/2019/01/13/italia/emissari-del-viminale-in-bolivia-per-ottenere-lespulsione-di-battisti-come-persona-non-grata-QUsoBjC0NF54Svsem07vKM/pagina.html

Quanto alla protezione assicurata dalla Francia a Battisti per tanti anni, «è una vergogna – ha detto la zarina dell’estrema destra -. E non mi stupisce da parte dei governanti sinistrorsi che abbiamo dovuto subire. I sinistrorsi, si sa, proteggono i sinistrorsi: non è sorprendente. E che un Governo possa proteggere un terrorista mi appare inammissibile e insopportabile. Per noi francesi ha rappresentato un disonore».



 
 


© 2018 | Yuss P.IVA 06727120963 Privacy Policy
 

 Possiamo aiutarti?