Soundreef porta sulla blockchain il diritto d’autore

09 novembre 2018

Soundreef introduce la blockchain per tutelare il diritto d’autore degli artisti, tra i primi casi di applicazione pratica di questa tecnologia su larga scala in Italia. La blockchain permette infatti la condivisione e la certificazione istantanea di un brano, attestando la paternità dell’opera e la marca temporale «con un click», precisa l’azienda: «La semplicità del procedimento e il sistema di controllo sono alla base del nuovo servizio offerto da Soundreef e il servizio è completamente gratuito per un numero illimitato di opere». 

Cosa è una blockchain  

Nata come tecnologia che sta al cuore delle criptovalute (primo fra tutti il Bitcoin), la blockchain è un protocollo che consente di archiviare un’informazione su di un registro transnazionale condiviso tra tutti gli utenti di una rete. Ciascun dato si convalida automaticamente sia con quello che lo precede sia con quello che lo segue - così da essere di fatto un anello della catena - oltre che con ciascuna copia del registro. Questo rende il dato immutabile e inalterabile, dal momento che una modifica spezzerebbe il concatenamento delle informazioni e la relazione con le copie dei registri: i quali si confrontano tra loro per essere certi che non vi siano discrepanze. La blockchain garantisce una forma distribuita di archiviazione, nella quale tutti i membri della rete possono leggere i dati e conoscerne il contenuto. 

«La blockchain è certamente la tecnologia del futuro, quindi siamo molto soddisfatti di aver introdotto per i nostri iscritti questo servizio che, avendo anche valore 

legale, tutela e garantisce al 100% l’originalità dell’opera - ha dichiarato Davide d’Atri, Amministratore delegato di Soundreef - I servizi offerti da Soundreef stanno crescendo, così come il nostro network e ci auguriamo di poter continuare in questa direzione». 



 
 


© 2018 | Yuss P.IVA 06727120963 Privacy Policy
 

 Possiamo aiutarti?