#saveiceberg: quando la Rete salva la cagnolina

Usare Internet come strumento di impegno civico: è quanto è successo nel caso di Iceberg, un esemplare di dogo argentino che le leggi della Danimarca avevano condannato alla soppressione. Il padrone di Iceberg ha lanciato l’appello in Rete, il suo appello è stato ripreso da una petizione su Change.org e da lì è partito il passaparola. Il passaparola è arrivato fino a delle vere e proprie twitstar: così, anche grazie al megafono di musicisti e attivisti, la campagna ha raccolto oltre 350mila firme e ha avuto successo. Iceberg è salva.

Matteo Flora ci racconta le dinamiche con le quali l’appello si è trasformato in un messaggio virale, partito dalla Danimarca e arrivato fino in Italia.


Fonte: Startupitalia
 
 
 LIVE CHAT